"To be a woman in Iran" - Master degree thesis

  • Essere donna in Iran. La visione del cinema tra censura ed Islam
    Tesi di laurea / 2011
  • Questo progetto prende in esame il cinema che è stato prodotto in Iran dalla sua nascita fino ai giorni nostri, in relazione alla condizione femminile nel Paese.Esistono delle testimonianze cinematografiche dirette, in cui le storie narratemostrano cosa voglia dire essere una donna in Iran, ma sono casi molto rari. Ilcinema iraniano è infatti severamente controllato dalla censura che nonpermette a registi,  sceneggiatorie produttori di esprimersi liberamente. Dopo aver analizzato la cultura e la tradizione di questo Paese, ho delineato sette tematiche per poter comprendere al meglio il cinema iraniano.
    Queste tematiche sono:
    ladonna è l’amore (in cui si pone l’attenzione su un sentimento che in Iran èproibito, sia mostrato al cinema sia nella vita reale), ladonna nella famiglia: moglie e madre (in cui ci viene mostrato come la donna,nel maggioranza delle famiglie iraniane, venga segregata in casa e debbaobbedire al volere del marito), ladonna ed il divorzio (in cui si prende coscienza della divario che esiste tral’uomo e la donna dal punto di vista dei diritti umani, davanti alla legge), i divieti della donna (in cui vengono proposti molteplici esempi di interdizioni“al femminile” sia all’interno della sfera privata, in famiglia, sia in quellapubblica), ladonna tra studio e lavoro (in cui assistiamo a storie di donne che frequentanol’università e vogliono lavorare ma che devono combattere, per poterlo fare,contro la mentalità gretta e chiusa dei loro padri e mariti), ladonna e la religione (in cui viene mostrato come la religione faccia parte diogni aspetto della vita umana, soprattutto per una donna), laprostituzione (in cui ci si confronta con una problematica che è presente anchein Iran, dove le donne sono costrette ad indossare il velo ed è proibito ognicontatto con persone che non fanno parte della propria famiglia).